Arcus

14 novembre 2007

Bicentenario del Liutaio Giuseppe Rocca (1807 - 1865)


Nei giorni 16, 17 e 18 Novembre ad Alba (Cn) si svolgeranno le celebrazioni del bicentenario della nascita del liutaio piemontese Giuseppe Rocca all'interno della Rassegna “Musica Meravigliosa” organizzata dall'Ente Internazionale degli Strumenti ad Arco di Cremona e dall'”Alba Music Festival”. La Rassegna comprende momenti di studio con prestigiosi nomi della liuteria, quali Eric Blot, Giovanni Accornero e Fausto Cacciatori, concerti con artisti internazionali e la mostra espositiva che raccoglie gli strumenti di G. Rocca, considerato fra i migliori liutai dell'Ottocento italiano. Un evento volto a rendere omaggio e a valorizzare il fine lavoro di un liutaio che non raccolse la meritata attenzione e i giusti riconoscimenti in vita. G. Accornero ha riunito una piccola ma preziosa collezione di quattro violini e una viola in un eccezionale stato di conservazione, datati dal 1839 al 1860, che rappresentano il completo percorso artistico del liutaio. G. Rocca nacque a Barbaresco, piccolo comune nei pressi di Alba e la sua vita fu costellata di vicissitudini ed eventi drammatici che in qualche modo segnarono d'intensità i suoi strumenti. Com'è noto, apprese l'arte liutaria da Giovanni Francesco Pressenda, anche lui piemontese: molti dei suoi strumenti ricordano l'influenza del grande Maestro. Intorno all'anno 1842 un incontro divenne decisivo per la sua evoluzione professionale: per alcune riparazioni venne a contatto con grandi modelli cremonesi come l'“Alard” di Guarneri del Gesù e il “Messiah” di Stradivari. Da questo momento nel liutaio emerse l'esigenza di adottare una linea personale forse per scrollarsi di dosso il ruolo dell'allievo, mantenendo tuttavia la coerenza col modello di partenza. In realtà Giuseppe Rocca apportò un segno inconfondibile di modernità e qualità sonora notevole che oggi rendono i suoi strumenti ricercatissimi fra i più noti musicisti.
Per conoscere il Calendario della Manifestazione:

www.iltrillodeldiavolo.it/content/view/1155/110/

Nessun commento: