Arcus

26 marzo 2008

Conoscere i fondamenti anatomici della tecnica violinistica

"Anatomia Violinistica"
di Edoardo Oddone
Ricordi Editore
euro 12

Questo libro è nato dall'esigenza di fare chiarezza sulle varie tecniche violinistiche seguendo un approccio scientifico: nel corso dei secoli sono fiorite varie scuole con metodologie diverse anche a causa della scarsa conoscenza del corpo umano.
Tante scuole di pensiero hanno generato molta confusione: spalliera e mentoniera sì o no? Vibrato di braccio o vibrato di mano? Gomito alto o gomito basso? Ecc.
D'altra parte virtuosi di grande fama hanno raggiunto in modi diametralmente opposti risultati di incredibile perfezione.
L'autore, come Katò Havas nel libro "Un nuovo approccio al violino", conferma che non può esistere un modo unico e corretto per suonare il violino poichè le differenze fisiche, le dimensioni dell'apparato scheletrico e muscolare sono uniche in ognuno di noi.
Ciascuno dovrà trovare il proprio modo personale, quello più idoneo alla propria natura, di suonare questo strumento e può farlo aiutandosi con uno studio del funzionamento dell'anatomia umana correlato agli aspetti che direttamente interessano la pratica violinistica.
Questo anche per ovviare ad alcuni diffusi problemi ben conosciuti da chi passa molte ore al giorno col proprio strumento: tendiniti, mal di schiena e dolori muscolari vari.
Il violino è in assoluto lo strumento più innaturale e questo volume guida insegnante e allievo a utilizzare il corpo nel modo più naturale e più conforme alla propria struttura.
Accrescere le conoscenze anatomiche in relazione ai movimenti da compiere per suonare ci consente di migliorare le prestazioni e ridurre i danni.
Un libro utile, non eccessivamente nozionistico, che ha lo scopo di avvicinare il lettore al proprio corpo perchè - come afferma l'autore - sarebbe riduttivo limitare un'arte così nobile ed elevata ad una questione di solo ossa e muscoli.
L'autore del libro Edoardo Oddone è laureato in Fisica e diplomato in violino; insegna violino al Conservatorio di Torino ed è in possesso di Diploma Master per Insegnamento di Yoga che ha successivamente completato con corsi e studi di anatomia umana.

Nessun commento: