Arcus

13 giugno 2008

La quinta edizione del Rome Chamber Music Festival all'Oratorio del Gonfalone


Il Rome Chamber Music Festival è un’iniziativa che si è inaugurata nell’estate del 2003.
Ha ottenuto un largo consenso da parte della critica musicale e un immediato successo tra gli appassionati di musica cameristica tanto da registrare il tutto esaurito sin dalle prime serate.
Le date dei concerti della quinta edizione del Rome Chamber Music Festival Edizione 2008 sono il 17, 18 e 19 giugno e il 24, 25 e 26 giugno e coincidono con le celebrazioni per i 500 anni di Via Giulia e i 100 anni dell’Accademia di Santa Cecilia.
Il Festival, con scadenza annuale, si articola su due differenti programmi comprendenti un repertorio di musica da camera interpretata da musicisti di fama internazionale.
L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Ambasciata degli Stati Uniti d'America presso lo Stato Italiano e dell’Ambasciata Americana presso la Santa Sede.
Robert McDuffie, celebre violinista americano, fondatore e Direttore Artistico del Rome Chamber Music Festival insieme all’imprenditore italiano Simone Chiarella, così spiega la nascita di questo importante appuntamento musicale romano: "Un Festival concepito come un gioiello culturale donato alla città di Roma.
Il Festival deve diventare un'esperienza sempre più indimenticabile per il grande pubblico italiano, un’esperienza musicale, artistica, vitale."
Lo straordinario livello artistico e i raffinati ambienti hanno consentito al Rome Chamber Music Festival di qualificarsi come uno degli appuntamenti musicali più importanti della Capitale.
In una traversa di Via Giulia nel centro storico di Roma c’è un tesoro da scoprire, l’Oratorio del Gonfalone.
Un luogo antico come l’Oratorio del Gonfalone, nel cuore della Città Eterna, con la sua eccellente acustica è il più adatto per ospitare grandi virtuosi non solo degli strumenti classici, ma, quest’anno, anche di quelli più moderni, grazie alla presenza, nella prima settimana, del pluripremiato sassofonista e clarinettista, nonché compositore, Paquito D’Rivera, originario di Cuba, che si esibirà insieme al pianista israeliano Alon Yavnai.
Il Festival intende promuovere uno spirito musicale senza frontiere e la fusione e commistione di vari generi musicali, per stabilire un ponte tra la musica antica, la musica classica e le interpretazioni più moderne e aperte alle influenze di tutte le tradizioni.
Il Gonfalone è sede del Coro Polifonico di Roma dal 1960 e molti anni fa fu trasformato in una sala per concerti.
L'origine, prima medievale e poi rinascimentale dell'oratorio offre una scenografia perfetta per il Rome Chamber Music Festival grazie ai suoi splendidi affreschi, l’acustica perfetta e la ricca storia culturale.
L’attuale edificio, iniziato poco prima della metà del Cinquecento, fu integralmente compiuto e decorato nel 1580.
Papi, pellegrini, pazienti, prigionieri e schiere di fedeli — e oggi gli appassionati di musica classica provenienti da tutto il mondo — sono passati attraverso il suo portone e nei suoi dintorni.
Tutti hanno lasciato il loro segno.
Dipinto dai grandi maestri del manierismo italiano tra 1569 e 1576, raffigura in dodici episodi la Passione di Cristo.
Cosi potenti furono queste raffigurazioni della Passione di Cristo che i Papi dovettero porvi rimedio, poichè scatenarono anche attacchi di antisemitismo.
Grazie al loro restauro recente (1999–2000) possiamo apprezzare le opere del pittore Federico Zuccari e compagni come furono ammirati dai fedeli oltre quattro secoli fa.
Saranno comunque gli affreschi del Gonfalone che rimarranno nella vostra memoria, insieme alle presentazioni musicali.
Per conoscere i programmi dei concerti:

www.romechamberfestival.o
rg

Nessun commento: