Arcus

22 marzo 2009

Musica classica-contemporanea: tre eventi musicali a Mestre per il Progetto Intrasonus

Il compositore Roberto David Rusconi

Grazie a un ambizioso progetto voluto dal musicista e compositore veneziano Roberto David Rusconi, Direttore Artistico di "Intrasonus", Mestre sta divenendo una delle capitali della musica classica-contemporanea.
La musica classica-contemporanea è ancora vissuta e seguita da pochi cultori e in Italia non ha ancora raggiunto il grado di diffusione degli altri paese europei; in Austria, Germania, Svizzera, Regno Unito c'è moltissima attenzione e un largo seguito a riguardo tanto che il festival di Lucerna, il centro della musica contemporanea internazionale, muove qualcosa come 500 milioni di euro di indotto.
Roberto Rusconi vive fra Mestre e Londra; ha studiato composizione con Wolfango Dalla Vecchia, Adriano Guarnieri e Alvise Vidolin (musica elettronica).
Ha seguito workshop con Manzoni, Rihm, Donatoni, Furrer, B. Schaffer.
Si è diplomato in Direzione di Coro e Composizione con il massimo dei voti presso il Conservatorio "Pollini" di Padova e in Musica Elettronica presso il Conservatorio di Venezia.
Ha partecipato a numerosi concorsi vincendo: "2 Agosto di Bologna" (premiato da Riccardo Muti), Castello di Belveglio (premiato da Azio Corghi), ha ottenuto la menzione d’onore al "Valentino Bucchi" di Roma con il concerto per violino e la sequenza per viola sola.
Ha realizzato numerose rassegne concertistiche, dischi e cd, concerti con la Associazione di musicisti e compositori Interensemble Intermusica Associati di cui è stato direttore artistico.
La Comunità Europea gli ha assegnato il prestigioso premio Caleidoscopio.
La sua attività si è poi svolta a Berlino e Londra e attualmente collabora con Rohan de Saram e Garth Knox per alcuni lavori a solo per strumenti ad arco.
Ha anche esplorato la musica elettronica ed elettroacustica realizzando il Cd “Blue Gold” con jazzisti come Billy Hart, Cameron Brown e Marisa Monte coniugando il contributo dell’Unicef ad un proprio progetto socio musicale destinato a raccogliere fondi per il problema idrico nel mondo.
Ha partecipato al Jubileo dell’Akademie fur Neue Musik und Audio Art Tirol in Austria dove, invitato come "composer in residence", alcune sue opere sono state eseguite da Rohan de Saram dell’Arditti Quartett e da rinomati ensemble internazionali quali Ensemble Modern, Klangforum Wien e Ensemble Intercomporain. In febbraio 2007 ha partecipato ad Impulse2007, con Beat Furrer e Bernard Lang, dove è stata eseguita una sua recente composizione per quartetto da camera.
E’ stato selezionato per partecipare alle Settimane Musicali di Stresa con Luca Francesconi e Bit 20.
Per il momento "Intrasonus" di Rusconi è un progetto, un progetto che però ha già messo radici e sta raccogliendo consensi: la sua idea è quella di portare a Mestre il meglio del panorama della musica contemporanea e dei suoi esecutori.
Questo è possibile grazie ai contatti e le amicizie che il maestro Rusconi, partecipando ai festival nel mondo, ha stretto nel corso degli anni.
Con loro organizza masterclasses e lezioni entrando anche nelle scuole superiori, per far conoscere un genere che è ancora un po' di nicchia: le lezioni ai Licei "Marco Polo" di Venezia e "Giordano Bruno" di Mestre hanno suscitato interesse negli studenti.
Nel corso dell'ultimo anno sono stati a Mestre musicisti del calibro di Rohan de Saram, Garth Knox, il Trio Fibonacci, Uli Fussenegger.
Per la stagione 2008-2009 a settembre sono scesi dall'Olanda il Calefax Reed Quintet, per eseguire musiche di Bach, Ockegem e autori contemporanei; a novembre è stata la volta del Trio Fibonacci dal Canada, a dicembre i Russian Contemporary Players hanno eseguito Mahler, Shostakovic, Snitke e Kasparov.
Ecco i prossimi eventi previsti dal programma: la più importante orchestra da camera olandese dedita da oltre vent'anni alla diffusione del miglior repertorio classico contemporaneo internazionale, "Insomnio"si esibirà al Centro Culturale Candiani di Mestre il 27 marzo.
Giovedì 2 Aprile , per le celebrazioni del duecentenario della morte di F. J. Haydn, sarà la volta del "Jack String Quartet" (USA) e del "Duo Notabene" del Mozarteum di Salisburgo che proporranno composizioni di Rusconi e, in prima italiana, il Concerto per violino, Pianoforte e Quartetto d'Archi di Haydn.
Info: 333 8853709

Nessun commento: