Arcus

5 aprile 2009

L'Orchestra d'archi "G. Tartini" interpreta G. B. Pergolesi

L'Orchestra "G. Tartini" diretta dal M° Luis Bacalov

Mercoledì 8 aprile alle ore 21, all'Oratorio del Gonfalone di Roma, si terrà il Concerto di Pasqua: l'Orchestra da camera G. Tartini, diretta dal M° Antonio Cipriani, eseguirà Stabat Mater di G. B. Pergolesi e due brevi pezzi di E. Grieg.
Stabat Mater è l’opera sacra più importante di Pergolesi compiuta nel 1736 nelle sue ultime settimane di vita, anzi la tradizione vuole che sia stata completata il giorno stesso della sua morte.
A questa opera sacra è toccata la sorte che è “tipica delle opere estreme (o incompiute) dei grandi (basti pensare al Requiem mozartiano), caricate di valenze sentimental-biografiche che qui, di fronte al caso di un giovane dotato di tanto straordinario talento quanto di precaria salute e che firma il suo capolavoro estremo a soli ventisei anni, non possono che aggiungere aloni di leggenda”.
Commissionata dai Cavalieri della Vergine dei dolori di Napoli sostituì lo Stabat Mater di Alessandro Scarlatti che da venti anni veniva tradizionalmente eseguito nel periodo quaresimale, a conferma della rapida evoluzione dei gusti musicali nel settecento.
“Esempio supremo di vocalità italiana, sensibilmente espressivo nella resa di un dolore intenso, sin dalle dissonanze dell’esordio, ma mai gridato, pagina elaborata per raffinatissima sottrazione rispetto agli stilemi consolidati, il “piccolo” Stabat Mater pergolesiano si afferma come vertice insuperabile nella storia del genere, ammirato dai contemporanei, apprezzatissimo per la sua grazia malinconica anche dai Romantici (Bellini lo suonava al pianoforte senza riuscire a trattenere le lacrime), mai uscito dal repertorio ed eseguito frequentemente ancora oggi”.
Lo Stabat Mater sarà preceduto da due pezzi lirici brevi di Grieg, nei quali il compositore trova il suo universo poetico descrivendo una natura silenziosa pervasa da un lirismo elegiaco e nostalgico.
L’orchestra da camera “Giuseppe Tartini” della provincia di Latina, nasce per iniziativa del maestro italo-venezuelano Antonio Cipriani, nell'ambito dell'omonima accademia musicale, costituita precedentemente nel 1994.
L’orchestra d’archi ha più volte partecipato a manifestazioni musicali di notevole importanza, quali Festival internazionale lirico-sinfonico, Newtonfest di Latina, Festival Latino-Americano de Boavista, accompagnando strumentisti e cantanti solisti di chiara fama, quali Mirella Caponetti, Federico Mondelci, Sergej Yusckevick, Efrain Franco, Katia ricciarelli, Eugenio Becherucci ed altri, riscotendo sempre pieno successo e grande consenso dalla critica.
Nel dicembre 2001 l’orchestra ha svolto una tournée in Venezuela e Brasile protrattasi per 22 giorni con l’alto patrocinio concesso dall’ambasciata venezuelana e dalla Presidenza del Senato della Repubblica.
Caratteristica fondamentale dell'orchestra è quella di proporre composizioni inedite e meno note al grande pubblico di autori quali Aguiar, Karminsky, Keler ecc.
L'orchestra Tartini, con il supporto artistico dell'Orchestra Internazionale d'Italia, dopo aver presentato un progetto alla provincia di Latina, è stata riconosciuta come "Orchestra da camera G. Tartini della Provincia di Latina".
Grazie a questo riconoscimento l'orchestra sosterrà una stagione concertistica che abbraccerà gran parte del territorio pontino.
Nel 2003 ha vinto: il primo premio assoluto al 13° Concorso Internazionale per la Musica da Camera "Città di Barletta", il secondo premio (primo non assegnato) al 6° Concorso Internazionale per la Musica da Camera "V. Scaramuzza, il primo premio alla 9° edizione del concorso nazionale "Città di Ortona".
Recentemente l'orchestra ha inciso un cd di prossima uscita.

Info: 3497880846

Nessun commento: