Arcus

23 ottobre 2009

Andrea De Carlo dirige la JCCO


Vi ho già presentato di recente la JCCO - John Cabot Chamber Orchestra - una giovane compagine composta non solo da musicisti professionisti ma anche da studenti e amatori di tutte le età e nazionalità.
Una delle scelte professionali che caratterizzano questa orchestra è quella di invitare sempre diversi e prestigiosi direttori d'orchestra; in questa occasione il ruolo sarà ricoperto da Andrea De Carlo, un eclettico musicista dal curriculum alquanto originale che, dopo aver conseguito una laurea in Fisica con il massimo dei voti, ha iniziato la sua carriera artistica come contrabbassista di jazz.
Oggi De Carlo si dedica alla musica classica ed antica in particolare, è un ricercato musicista di viola da gamba, violone e contrabbasso barocco; tiene masterclasses in Italia e all'estero dove svolge anche un'intensa attività concertistica e discografica; ha collaborato per tre anni con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, come primo contrabbasso con il Teatro Massimo di Palermo, con l’Orchestra Regionale Toscana e l’Orchestra Regionale del Lazio; attualmente è docente di Viola da gamba al Conservatorio di L'Aquila.
De Carlo il 31 ottobre dirigerà la JCCO e il Coro da Camera Italiano per la rappresentazione dell'opera "Didone ed Enea" del compositore inglese Henry Purcell (1659-1695), la nota vicenda tratta dal quarto libro dell'Eneide di Virgilio che ha ispirato, nel corso della storia della musica, un centinaio di autori.
L'appuntamento è previsto per le ore 21 all'interno della Chiesa del Sacro Cuore a Roma, in via Lungotevere Prati 11.
L'ingresso è libero e il ricavato delle offerte sarà destinato alla ricostruzione di una parte della chiesa.

Nessun commento: