Arcus

2 febbraio 2010

I Virtuosi Italiani ambasciatori in Estonia della musica italiana


Appena terminata la registrazione di un nuovo cd per l’etichetta Orange Mountain Music, casa Discografica di Philip Glass, con brani, tra cui alcuni inediti, di Glass, Giovanni Sollima e Krzysztof Penderecki, I Virtuosi Italiani, instancabili, preparano la valigia e sono in partenza per l’Estonia.
L’orchestra veronese è stata infatti invitata per la seconda volta al prestigioso Festival di Musica Barocca estone diretto da Andres Mustonen, violinista e direttore dalla carriera internazionale, fondatore negli anni ’70 del noto ensemble di musica antica Hortus Musicus.
I Virtuosi Italiani si esibiranno il 3 febbraio presso l’Estonia Concert Hall di Tallinn e il 4 febbraio nella Vanemuise Concert Hall di Tartu.
Ambasciatori della miglior musica barocca italiana, I Virtuosi saranno interpreti di un programma interamente dedicato a pagine di autori del XVIII secolo: Tomaso Albinoni (Concerto a cinque in re min. Op. IX n.2 per oboe, archi e basso continuo), Alessandro Marcello, di cui verrà eseguito il celebre Adagio dal Concerto in re minore, Giuseppe Tartini (Concerto in La Magg. per violino, archi e basso continuo D 96), Arcangelo Corelli (Concerto Grosso Op. VI n. 4 in Re Magg.), Francesco Geminiani (Concerto Grosso n.12 in re mi “La Follia”) e naturalmente Antonio Vivaldi (da “L’Estro Armonico” Concerto Op. III n. 10 in si min. per quattro violini, violoncello, archi e b.c. RV 580 e n° 8 in la minore RV 522 per due violini ed orchestra e Concerto per violino, archi e basso continuo in mi minore RV 277 “Il Favorito” per violino e orchestra).
Solisti saranno Paolo Pollastri, primo oboe dell’Accademia Musicale di Santa Cecilia a Roma e grande interprete del repertorio barocco, e Alberto Martini, direttore artistico e konzertmaister de I Virtuosi Italiani.

Nessun commento: