Arcus

23 marzo 2010

Un progetto pilota coordinato da Mario Brunello

La locandina realizzata dagli studenti

Con la conferenza stampa del 26 gennaio scorso, Mario Brunello e gli studenti dei licei scientifici e classici di Mestre e Venezia hanno annunciato la partenza della rassegna concertistica All you need is X-Music.
Per la prima volta in Italia un progetto pilota, con il Patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, vede protagonista dell'intera organizzazione del programma un gruppo di studenti coordinati dal violoncellista Mario Brunello, ideatore dell'iniziativa, e da Alessandro Bonesso, Presidente dell'Associazione degli Amici della Musica di Mestre.
Quest'anno una parte del bilancio destinato alla “Stagione di musica sinfonica e da camera di Mestre” è stato messo a disposizione degli studenti che hanno risposto con entusiasmo e impegno, anche in orario extrascolastico, tramite una serie di riunioni in cui Brunello si è occupato esclusivamente di incanalare l'energia e la fantasia dei ragazzi.
L'idea di Brunello è scaturita dalla lettura di un articolo dello scrittore e critico musicale Alessandro Baricco, il quale invita la classe politica a destinare una parte dei fondi pubblici per la cultura al settore della scuola, per preparare un pubblico del futuro consapevole e maturo.
Una sperimentazione che sta suscitando parecchio interesse e curiosità in altre istituzioni teatrali come La Scala di Milano, intenzionata a prendere ad esempio l'iniziativa veneziana.
Il risultato finale è un programma composto da quattro spettacoli che assistono alla commistione di generi musicali e artistici: da Vivaldi al rock, dal jazz al barocco, al pop, attraversando tematiche importanti come l'improvvisazione musicale, stimolata da immagini significative catturate a Venezia dalle macchine fotografiche degli studenti stessi.
Alcuni appuntamenti del calendario.
Il 16 marzo al Teatro Toniolo di Mestre, i ragazzi sono stati coinvolti direttamente nell'esibizione del gruppo Spira Mirabilis, composto da giovanissimi professionisti provenienti dalle migliori accademie e orchestre europee (Berliner Philarmoniker Akademie, Orchestra Mozart, Luzern Festival Orchestra, Mahler Chamber Orchestra, Chamber Orchestra of Europe) che suonano senza direttore e a memoria per potersi muovere liberamente fra il pubblico durante le prove d'assieme e consentire ai più giovani di distinguere le parti che compongono una sinfonia.
L' appuntamento che concluderà la rassegna è previsto per il 16 aprile presso l'Auditorium Candiani di Mestre e vedrà protagonista Giovanni Sollima con il suo programma inedito “Barock Cello”.

Nessun commento: