Arcus

30 dicembre 2011

Ritrovato il violino di Vincenzo Iorio

Il violino smarrito e ritrovato di Vincenzo Iorio risalente al 1835

Una distrazione stava per costare cara a Jessica Muchen Hsieh, giovane e promettente musicista di Taiwan che però ha avuto la fortuna di ritrovare, nel giro di appena due giorni, il suo prezioso violino firmato dal liutaio napoletano Vincenzo Iorio.
Martedì scorso Jessica Muchen Hsieh ha dimenticato il suo prezioso violino sull'autobus che la stava portando a Philadelphia in visita a una famiglia conosciuta durante il suo soggiorno negli Stati Uniti.
Si è accorta dello smarrimento del raro violino solo dopo qualche ora, ricordando di averlo sistemato nella cappelliera; quindi ha chiamato la società dei trasporti Megabus, ma dello strumento pare non ci fosse più traccia.
La talentuosa studentessa del New England Conservatory di Boston ha perciò pensato di rivolgere un appello attraverso una televisione privata in cui spiegava che lo strumento era per lei molto importante in quanto si stava specializzando in violino: "Mi sto specializzando in violino, per cui spero che mi venga restituito il violino così da poter continuare gli studi perchè, al momento, non posso davvero fare null'altro".
Il violino fabbricato a Napoli nel 1835 le era stato affidato da un'associazione taiwanese, - la Chi Mei Culture Foundation di Taiwan - per permetterle di studiare musica, come una sorta di borsa di studio, e pare che il suo valore si aggiri intorno ai 172 mila dollari pari a circa 133500 euro.
Il violino smarrito dalla studentessa asiatica rappresenta uno dei pochi esemplari al mondo delle creazioni del liutaio napoletano che dava vita a violini i quali oggi hanno un valore stimabile attorno alle centinaia di migliaia di euro.
Ora il violino è stato ritrovato: l'annuncio è stato dato da un commissario di polizia locale attraverso Twitter e grazie al ritrovamento la studentessa potrà continuare a studiare, noi speriamo con più attenzione...

Nessun commento: