Arcus

18 settembre 2016

La XXIII edizione del Festival Galuppi celebra l'anno giubilare


Si rinnova anche quest'anno, per la XXIII edizione, il prestigioso appuntamento con il Festival Galuppi a Venezia, intitolato al compositore originario dell'isola di Burano. La manifestazione, in programma dall'11 settembre al 23 ottobre, è presieduta dal direttore artistico dell’Associazione Festival Galuppi, Alessio Benedetelli. “Ogni anno per noi – ha rilevato Benedetelli – diventa sempre più difficile, visto la mancanza di fondi, realizzare un cartellone di alta qualità, ma anche questa volta, grazie all'aiuto degli sponsor, pensiamo di avere vinto questa sfida, riuscendo addirittura a proporre ben 10 eventi, due in più dello scorso anno, con il filo conduttore della ricorrenza dell'anno giubilare". Ad aprire la rassegna l'11 settembre, nella basilica di Torcello, un evento speciale: un concerto del Laboratorio Orchestrale di Venezia (Lov) ad ingresso libero. I concerti dedicati all'anno giubilare saranno quello di domenica 18 settembre - con il Requiem in Re m KV 626 di Mozart eseguito dal Coro Polifonico di Giavenale diretto dal M* Pierdino Tisato - e del 24 settembre (con musiche di Handel) entrambi alle ore 20.30 nella scuola grande di san Rocco; quello dell' 1 ottobre, ore 20.30, nella chiesa di san Rocco (con musiche proprio di Galuppi scritte durante il suo soggiorno in Russia); nonché quello del 23 ottobre, in Basilica di san Marco, alle ore 20.45, con musiche di Bach e Vivaldi, che concluderà l'intera rassegna e sarà ad invito. Tre gli appuntamenti che si terranno alla Fenice, tutti con inizio alle ore 20: il 21 settembre con il concerto di Domenico Nordio (nella foto) che esegue la Polifonia del violino di Bach; il 5 ottobre (per celebrare i 150 anni di relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone) e il 12 ottobre con l'Oficina Musicum Venetiae. Da non perdere infine, il 16 ottobre, alle ore 20.30, alla Scuola grande di san Rocco, il concerto con Sara Mingardo assieme alla Camerata accademica del Conservatorio Pollini di Padova. Per tutte le informazioni sull'evento (cartellone, acquisto biglietti, ecc.) è possibile consultare il sito www.festivalgaluppi.it

Nessun commento: