Arcus

12 novembre 2016

Un Nuovo Museo della Musica a Palazzo Pisani a Venezia


Venezia avrà un nuovo Museo della Musica oltre a quello già presente presso la chiesa di San Maurizio dedicato a Vivaldi e al periodo barocco: la nuova collezione allestita all'interno delle sale più suntuose di Palazzo Pisani - già sede del Conservatorio "Benedetto Marcello"- verrá inaugurata sabato 19 novembre alle ore 15.30.
Il Nuovo Museo della Musica riporta sotto la giusta luce i preziosi strumenti appartenuti a Benedetto Marcello che finora erano rimasti relegati in alcuni locali angusti e un po' anonimi del palazzo; da sabato saranno esposti al pubblico in quelle sale che in passato facevano parte dell'appartamento nuziale di Alvise Pisani - 114° doge della Repubblica - e della sua nobile famiglia.
Nella nuova collocazione, i preziosi strumenti sono stati distinti nelle aree tematiche dei cordofoni e aerofoni, inoltre sarà possibile ammirare quadri, fotografie, spartiti e cimeli che raccontano la storia del Conservatorio e delle autorevoli presenze che hanno operato al suo interno.
Una curiositá: ai visitatori del Museo sarà anche concessa l’occasione di scoprire la simbologia massonica. Durante i recenti restauri di stucchi e bassorilievi, in una stanza attigua al nuovo museo è stata individuata la struttura di quello che sarebbe stato un "tempio massonico”, ipotesi che potrá essere avallata solo a seguito di studi più approfonditi.
Dopo la cerimonia di inaugurazione, alle ore 17 in Sala Concerti si potrá assistere alla prima esecuzione nei tempi moderni di “Il Nome Glorioso in Terra Santificato in Cielo” di Tomaso Albinoni, una serenata per soprano, alto, tenore e orchestra che verrá interpretata da Giulia Bolcato soprano, Andrea Gavagnin alto, Marco Barbon tenore con l'Orchestra Barocca di docenti e studenti della Scuola di Musica Antica del Conservatorio B. Marcello diretti dal M. Francesco Erle. Il Nuovo Museo della Musica è stato realizzato grazie agli Amici del Conservatorio, al Dott. Bertolotti, al Direttore del Conservatorio il Maestro Franco Rossi e al musicista e storico dell'arte Marco Dolfin che si è occupato della catalogazione e dello studio dei dipinti.

Palazzo Pisani è stato costruito nel 1614 su progetto, presumibilmente, di Jacopo Sansovino e Alvise Pisani. Il palazzo venne poi ampliato aggiungendo un secondo piano verso il Canal Grande con lo scopo di rappresentare la grandezza di una delle famiglie più in vista di Venezia.
Tra il 1897 e il 1921 il Comune di Venezia divenne l’unico proprietario del palazzo. Inizialmente l’edificio fu sede del "Liceo Società Musicale Benedetto Marcello", mentre dal 1940 in poi si trasformò in Conservatorio.

www.conservatoriovenezia.net

Nessun commento: