Arcus

2 giugno 2018

Concerto Sinfonico della Venice Chamber Orchestra a favore dei terremotati di Grisciano

Foto di Marco Galliazzo

Sabato 26 maggio, presso il Teatro La Fenice di Venezia, Sale Apollinee, si è tenuto un concerto sinfonico della Venice Chamber Orchestra (VCO) dedicato al sostegno per Grisciano (Rieti), un piccolo paese colpito gravemente dal recente terremoto nell'Abruzzo.
I componenti dell'orchestra, composta da giovani under 30 brillantemente diplomati nei conservatori del Veneto, hanno offerto la loro disponibilità dando un segno concreto di come la musica possa trasformarsi in un potente strumento di solidarietà e sentimenti positivi. 
L'Orchestra, sotto la direzione magistrale di Pietro Semenzato, ha eseguito con la consueta precisione e competenza un programma che comprendeva l'Ouverture da "La Scala di Seta" di G.Rossini, la Sinfonia n.40 K.550 in Sol minore di Mozart e il Concerto per flauto e orchestra op.29 in Sol Maggiore di C.Stamitz.
L'esecuzione di Stamitz ha suscitato  particolare entusiasmo nel pubblico grazie anche all'eccellente performance solista di Andrea Vecchiato, un flautista di soli 22 anni che vanta già al suo attivo un curriculum ricco di collaborazioni e studi prestigiosi.
Il ricavato della serata verrà devoluto per sostenere gli abitanti di questo piccolo paese di poco più di 100 abitanti, noto, peraltro, per la celebre pasta griscia o gricia, antenata della più famosa versione amatriciana.
In occasione della speciale serata la VCO era così composta:

Violini Primi: Matteo Valerio, Sabina Bakholdina, Giovanni Di Giorgio, Marco Bisi, Lorenzo Cadorin, Giulio Zanovello
Violini Secondi: Giulio Cisco, Elisabetta Levorato, Riccardo Martignago, Alessandro Pelizzo
Viole: Davide Cattazzo, Cesar Bracho, Marco Spoladore
Violoncelli: Francesco Dalla Libera, Francesco Di Giorgio
Contrabbasso: Andrea Schiavon
Flauto: Simone Candiotto
Oboi: Giorgia Signoretto, Riccardo Folador
Clarinetti: Marco Dolfin, Diego Benetti
Fagotti: Andrea Trombin, Ernest Hamp
Corni: Davide Saturno, Martino Bortolotti

L'organizzatore della serata con Pietro Semenzato e il musicista Marco Dolfin

Pietro Semenzato è nato nel 1992, si è diplomato brillantemente in Pianoforte e Direzione d'orchestra al Conservatorio B. Marcello di Venezia sotto la guida dei maestri Anna Barutti e Michael Summers; si è successivamente laureato al biennio specialistico in Direzione d'orchestra al conservatorio Verdi di Milano. Ha frequentato un corso di alta formazione per Maestro Collaboratore al Teatro Comunale "Mario Del Monaco" di Treviso organizzato da "Asolo Musica". E' attivo come pianista, direttore d'orchestra e compositore. Ha composto su commissione, con libretto e musica propri, due opere da camera, "Il falso tradimento" (2012) e "Il musicista invidioso" (2014) eseguite con successo e valutate favorevolmente dalla critica. Si è esibito in numerose sale da concerto in Italia e all'estero ed è fondatore della Venice Chamber Orchestra. E' stato Maestro di sala e al cembalo per le "Settimane Musicali"  al Teatro Olimpico di Vicenza. Tra le numerose orchestre da lui dirette si ricordano l'Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, la MetroChamber Orchestra di New York, l'Orchestra "I Pomeriggi Musicali" di Milano. E' stato collaboratore della casa Editrice Ricordi ed ha curato l'edizione critica dell'opera "I promessi sposi" di A. Ponchielli per la prima esecuzione integrale in tempi moderni.
Recentemente è stato invitato come direttore ospite al Brooklyn Music Theatre dove ha diretto "Le nozze di Figaro" di Mozart. Da dicembre 2017 a marzo 2018 è stato direttore assistente al Mainfranken Theater di Wurzburg. Ha diretto l'Histoire du soldat di I. Stravinsky in tournee nei luoghi della Grande Guerra in occasione del centenario. Prossimamente dirigerà "Il barbiere di Siviglia" di G.Rossini e diversi altri concerti lirici e sinfonici.

Andrea Vecchiato


Nessun commento: